I vantaggi di uno scambio culturale all'estero - Let's Live USA

I vantaggi di uno scambio culturale all’estero

Sempre più giovani scelgono di lasciare l’Italia. Lo dicono le statistiche, lo confermano i dati ufficiali. I motivi di questa decisione sono molteplici: studio, lavoro, voglia di riscatto. In particolare è l’opportunità di fare uno scambio culturale all’estero a rappresentare per molti ragazzi l’occasione della vita, un’esperienza unica assolutamente da non perdere.

Ecco perché, in un contesto nazionale ancora difficile e incerto, non stupisce che dopo il diploma o durante gli anni dell’università i giovani preparino le valigie per tentare la sorte oltre frontiera e trascorrere un periodo all’estero. E spesso si trasformano in tutta la vita.

scambio-culturale-all'estero

Una delle opzioni che va per la maggiore è prendere parte ai cosiddetti scambi culturali, europei o internazionali, che sia le Università che enti pubblici e privati mettono a disposizione di quanti vogliano vivere un’esperienza fuori dall’Italia.

Vediamo prima le differenze principali tra i diversi tipi di scambi!

 

Scambio culturale, europeo e internazionale

Quando parliamo di scambio culturale oppure di scambio interculturale ci riferiamo a un programma formativo che prevede la permanenza all’estero dello studente per periodi più o meno lunghi con l’obiettivo principale di accrescere le proprie competenze linguistiche.

Anche se l’aspetto linguistico risulta centrale, uno scambio interculturale consente agli studenti di apprendere in modo profondo la cultura locale favorendo la loro crescita personale e uno scambio effettivo di conoscenze, punti di vista, idee e iniziative tra persone con differenti background culturali.

Lo scambio culturale può avvenire in famiglia, durante le vacanze estive oppure in un’altra scuola (nel caso degli scambi culturali per studenti) se si frequentano ancora le medie o le superiori, o in una abitazione in maniera autonoma! 

Gli scambi europei sono scambi interculturali all’interno della Comunità Europea ed hanno lo scopo principale di favorire la mobilità e l’apprendimento interculturale dei giovani cittadini europei.

Gli scambi culturali europei rappresentano un’occasione alla portata di tutti i ragazzi tra i 13 e i 30 anni, senza nessuna differenza di formazione scolastica o contesto sociale, per vivere un’esperienza a contatto con altri giovani europei. Il tutto avviene all’interno di paesi dell’UE.

Nella maggioranza dei casi, i progetti si focalizzano sul target 18-26 anni ma includono la presenza di giovani anche oltre i 30 anni, nel ruolo di leader di gruppo o per progetti di training course.

Gli scambi internazionali hanno la stessa funzione ed obiettivi, ma a differenza di quelli europei, possono essere svolti anche al di fuori dell’Unione Europea e quindi negli Stati Uniti, Canada, Australia, Asia e così via. Gli scambi studenteschi internazionali prevedono attività sia di dialogo e confronto che pratiche come workshop, esercitazioni, giochi di ruolo e laboratori artistici e creativi.

I diversi tipi di scambi culturali per giovani

Esistono diversi tipi di interscambi culturali: estivi, in famiglia, per minorenni all’interno delle scuole medie o superiori, o per gli universitari.

Scambio culturale estivo

Sono preferiti da quanti desiderano fare un’esperienza di studio all’estero ma temono che uno scambio culturale durante l’anno scolastico sia troppo impegnativo e ti distragga dallo studio delle altre materie. Per loro l’estate è il momento perfetto per partecipare a questi programmi.

Scambio culturale in famiglia

Una delle opzioni migliori per entrare nel pieno spirito degli scambi culturali è quello di trascorrerli in famiglia, un modo davvero unico per trovare una seconda casa e imparare non solo la lingua, ma anche gli usi e costumi locali.

Scambio culturale universitario

Oltre che svolgere uno stage all’estero, gli studenti universitari possono partecipare agli scambi internazionali delle proprie università. Studiare in un’altra università permette di allargare ed espandere le proprie conoscenze ed abilità, di conoscere un altro punto di vista riguardo gli aspetti teorici e pratici della propria formazione, di internazionalizzare il proprio percorso professionale.

Ci sono diverse agenzie, associazioni e siti per scambi culturali dove trovare quello che si preferisce.
Spesso sono le stesse Università a mettere a disposizione dei propri iscritti programmi di scambi internazionali.


Il costo di uno scambio culturale

Quanto costa partecipare ad un programma di scambio culturale? I prezzi variano molto a seconda del periodo di permanenza, della destinazione e dal tipo stesso di scambio!

Ad esempio Work & Travel e Camp Counselor USA, offrono la possibilità di recarsi negli States per un periodo molto simile e nello stesso periodo (giugno-settembre), ma i loro costi sono molto diversi!

I Paesi dove andare

Le destinazioni per realizzare uno scambio culturale sono tantissime, tra le più vantaggiose ritroviamo: Londra e la Gran Bretagna in generale, poi Irlanda, Francia, Spagna e Germania per quanto riguarda gli scambi interculturali europei; Giappone, Australia, Stati Uniti, Canada e Corea del Sud per gli scambi internazionali fuori dall’UE.

Le mete internazionali extra UE sono quelle che stanno interessando un numero sempre in crescita di ragazzi, principalmente sono tre i paesi che attirano l’attenzione!

Australia

questo Paese offre il grande vantaggio di avere le stagioni e il calendario scolastico invertiti rispetto al nostro. Chi vuole fare uno scambio culturale in Australia ha quindi la possibilità di sfruttare anche l’estate per il proprio anno scolastico all’estero.

Canada

Ultimamente questo paese si sta aprendo molto ai ragazzi internazionali, offrendo molte possibilità tra cui scegliere

Stati Uniti

trascorrere un periodo in America è il sogno di tantissimi ragazzi. Ecco perché gli scambi culturali verso questo paese sono così richiesti.

Stati Uniti: La terra delle opportunità?

Come detto in precedenza, gli States sono la meta che ha sempre attirato di più i ragazzi…chi non ha mai avuto in mente l’idea di recarsi dall’altra parte dell’oceano?

Oltre agli scambi classici nei college esistono due programmi (Work and Travel e Camp Counselor USA) che offrono la possibilità di recarsi negli USA per un’esperienza lavorativa, per un periodo di circa tre mesi.

Sono anche queste esperienze che cambiano la propria visione, stando a stretto contatto con ragazzi di altri paesi, confrontandosi con i turisti americani e vivendo in maniera completamente autonoma, con un proprio stipendio e con la libertà di cosa fare nel proprio tempo libero.

Se anche tu vuoi partecipare ad un’esperienza di questo tipo o vuoi informazioni in più a riguardo non devi fare altro che contattarci cliccando il bottone a fondo pagina!

crescere-con-un-programma-di-scambio

In conclusione

Che si tratti di uno scambio europeo o internazionale, in famiglia piuttosto che estivi, gli scambi culturali aprono la mente dei ragazzi e hanno il grande vantaggio di fargli conoscere il mondo per capire come si vive fuori dalla propria comfort zone entrando a contatto con una nuova cultura e parlando tutti i giorni la lingua del paese che li ospita. Una grande opportunità che aiuterà a maturare e diventare persone migliori. 

Informati ora

Autore

Alberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
https://letsliveusa.com/it/i-vantaggi-di-uno-scambio-culturale-allestero/